Presentación de la obra. La rivoluzione digitale e il diritto dell'informatica

Autor:José Antonio Castillo Parrilla
Páginas:23-24
 
EXTRACTO GRATUITO

Page 23

Negli ultimi tre decenni il governo dell tecnologie informatiche e telematiche ha costituito una sfida assai ardua per il legislatore. La necessità di intervenire con profondi correttivi e adattamenti su alcuni tradizionali istituti, nonchè l´esigenza di regolamentare inediti contesti frutto dello sviluppo in campo informatico, hanno portato alla creazione di un corpus normativo ormai di rilevante entità.

Nel nuovo milenio la Rivoluzione Digitale è entrata in una fase nuova: se gli anni ottanta e, sopratutto, gli anni novanta sono stati caratterizzati dalla diffusione del personal computer, prima, e dallo straordinario sviluppo di Internet, poi, l´ultima decade ha visto l´effettivo affermarsi di quella “società dell´informazione” al centro dell´interesse del legislatore comunitario. Si è così passati da potenziali cambiamenti e ventilati impatti delle tecnologie informatiche e telematiche sulla realtà esistente e sulla vita quotidiana dei cittadini, ad una incisiva e pervasiva presenza del tema tecnológico in quasi tutti i contesti economici e social.

Questo cambiamento ha preso forma, negli ultimi anni, di strategia política a livello europeo attraverso la Strategia per il Mercato Unico Digitale Europeo. Seconodo la Communicazione della Commissione sulla revisione intermedia dell´attuazione e della DSMS intitolata “Un mercato digitale per tutti”, il cambiamento che le tecnologie digitali imprimeranno depende in ampia misura dal modo in cui i cittadini, le imprese e le autorià pubbliche europee decideranno di utilizzarle e dal modo in cui noi modelleremo il quadro normativo entro cui tali tecnologie evolveranno, e non rimane tempo da perdere se si vogliono tradurre in realtà gli impegni politici assunti.

Si deve sottolineare, nonostante, che un appoggio eccessivo della nuova economía digitale sulla lógica dei servizi (quella che è stata chiamata da RIFKIN “economía della velocità”) può comportare un rischio d´impoverimento del consumatore accanto ad un rischio di “refeudaliz-

Page 24

zazione della società” per quanto riguarda agli aspetti patrimoniali della società dell´informazione...

Para continuar leyendo

SOLICITA TU PRUEBA